IL GATTO CON GLI STIVALI (testo italiano)

strumentazione variabile a 5 voci con narratore
Compositore
Angelo Sormani
Arrangiatore
-
difficoltà
3
durata
40'
formazione
HA-FA
Editore
Scomegna Edizioni Musicali
formato
Partitura e parti formato concerto
Codice Prodotto
ES BIT934.30
Registrato sul CD
GUARDA E ASCOLTA
Descrizione
Sormani ha realizzato questo brano ispirato alla celebre favola di Perrault. La composizione è in strumentazione variabile a 5 voci + percussioni e prevede una voce narrante che racconta l'intera vicenda. Essendo possibile eseguire questo brano anche con una piccola formazione, sarà facile organizzare spettacoli nelle scuole, comunità ecc. Il narratore è previsto in 4 lingue (italiano, francese, inglese e tedesco) ed è necessario specificare la lingua desiderata all'atto dell'ordine.

La storia racconta che un vecchio povero mugnaio lasciò in eredità al primo figlio un mulino, al secondo un asino e al più piccolo un gatto. Quest’ultimo, che era molto povero, non sapeva che farsene dell’animale, ma il gatto gli disse: “Fidati di me, portami un cappello, un paio di stivali e un sacco, e farò di te un uomo ricco”. Il giovane, che tanto non aveva nulla da perdere, si procurò il necessario. Il gatto, indossati gli stivali e il cappello, andò nel bosco, catturò della selvaggina e la portò al re, dicendo che era un dono del suo padrone, il marchese di Carabas. Il gatto continuò a portare i doni al re finché un giorno udì che il re e la figlia sarebbero usciti in carrozza, così corse dal suo padrone e gli disse di spogliarsi e buttarsi nel fiume. Quando la carrozza del re passò di lì, il gatto iniziò a gridare dicendo che il marchese di Carabas era stato derubato e aveva bisogno di aiuto. Il re, ricordandosi di tutti i doni ricevuti, fece fermare la carrozza per aiutare il marchese. Il gatto con gli stivali costrinse i contadini a rispondere al re che i terreni su cui stavano lavorando appartenevano proprio al marchese di Carabas. Poi corse nel palazzo di un orco, che si diceva fosse in grado di trasformarsi in qualsiasi animale. Traendolo in inganno, il gatto lo convinse a trasformarsi prima in un leone e poi in un topo e, a quel punto, lo divorò: così si impossessò delle sue ricchezze che donò al suo padrone, il quale sposò la figlia del re e divenne ricco.
Prezzo: 283,00 €
Disponibilità  immediata
Aggiungi una recensione

consigliati